Sei qui: Home | Scoprire | Santuari E Chiese | Colloredo

SANTUARI E CHIESE

COLLOREDO DI MONTE ALBANO
CHIESA PARROCCHIALE DEI SS.ANDREA E MATTIA
Gravemente lesionata dal terremoto del 1976 e terminata di restaurare nel 1992, la chiesa settecentesca ospita alcune opere pittoriche rilevanti, tra le quali si segnala il lunettone con l’Annunciazione dipinto da Gaspare Diziani. Tra le sculture si ricordano invece la pala con la Madonna del Rosario e Santi di Giulio Quaglio nonché un crocefisso ligneo risalente al 1400.
CHIESA COLLOREDO
CHIESETTA DI SAN PIETRO
Risalente al XIII secolo e compromessa nella sua struttura dal terremoto del 1976, la chiesetta, costituita da un unico volume, ospita affreschi gotici che ben rappresentano i caratteri della pittura in Friuli alla fine del XIV secolo. Risale agli inizi del ‘600 una tela raffigurante la Consegna della chiavi a S. Pietro dell’udinese Innocenzo Brugno risalente.
CHIESA DI OGNISSANTI (MELS)
Completamente distrutta dal terremoto del 1976, l’edificio attuale, ricostruito in stile moderno su disegno dell’architetto Ezio Caffi di Bergamo, ospita al suo interno le opere d’arte precedentemente collocate nella chiesa originaria. Interessante il ciclo di vetrate dell’artista Ricardi di Netro. Poco lontano dalla chiesa attuale si possono osservare i resti di quella originaria e la Torate, una torre a pianta quasi quadrata risalente al XII secolo, distrutta e in parte ricostruita con le originali pietre, dal cui belvedere panoramico si può dare uno sguardo sulle colline moreniche.
CHIESETTA DI SAN MARTINO IN CASTELLO (CAPORIACCO)
Risalente al XVII secolo e restituita al suo splendore dopo il terremoto del 1976, al suo interno ospita le reliquie di alcuni santi. Tra le opere d’arte si segnala un mosaico policromo e una pala d’altare realizzati da Gianni Borta.
CHIESETTA DI SAN MARTINO IN CASTELLO
CHIESA PARROCCHIALE DI SAN LORENZO (LAUZZANA)
La Parrocchiale dedicata a San Lorenzo, in stile neogotico, risale alla seconda metà degli anni ’80 (progetto dell’architetto Marco Nardone, di Udine) ed è stata costruita sul luogo in cui sorgeva la precedente parrocchiale, di cui sono state utilizzate alcune parti. Il campanile, invece, è quello originale. All’interno della chiesa arredi e opere d’arte risalenti al 1600-1700: la tela di San Lorenzo (1694), il tabernacolo (1917), il mobile da sagrestia (1764) e il lavabo (1771)
CHIESETTA DEI SS. ILARIO E TAZIANO (CODUGNELLA)
Di datazione incerta, nel corso dei secoli ha subito diverse modifiche. Dopo un primo ampliamento agli inizi del 1600, nel 1666 sono stati costruiti sacrestia e loggiato esterno e negli anni 1965-1970 è stato rifatto il piccolo campanile a vela, rendendolo capace di due campane. Gravemente lesionata dal terremoto del 1976, che ha provocato il crollo del tetto, è stata restaurata e oggi ospita al suo interno una statua in gesso dell’Immacolata di Lourdes, collocata nella nicchia dell’altare in marmo bianco.
CHIESETTA DI SANT’ANTONIO DA PADOVA (LAIBACCO)
L’edificio originario, risalente al XVI secolo, è stato completamente ricostruito dopo il terremoto del 1976 a opera della sezione ANA di Colloredo di Monte Albano. Per questo motivo è conosciuta anche come “chiesetta degli Alpini”. La chiesa è dedicata a Sant’Antonio da Padova dal 1800 (precedentemente era intitolata a San Tomaso).
informazioni
newsletter
meteo
mappe
news
credits
Comunità Collinare P.IVA 00582990305 - Piazza Castello, 7 - 33010 Colloredo di Monte Albano (UD) Tel. 0432-889507 fax 0432-889818 - segreteria@collinare.regione.fvg.it
Privacy Policy - Cookie Policy
spazio bianco fondo